Telecamere professionali analogiche: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

Da oramai qualche anno le vecchie macchine fotografiche a rullino sono state letteralmente surclassate dalle più potenti macchine fotografiche digitali, l’avvento della nuova tecnologia ha scosso questo mercato ed al giorno d’oggi sono solamente gli amatori ad usare i vecchi modelli con rullino laddove il digitale la fa da padrone. Nel mercato delle telecamere di videosorveglianza sta succedendo praticamente la stessa cosa, i modelli analogici stanno subendo l’avanzata, o meglio l’assalto, delle nuove tecnologie digitali e molto spesso il consumatore si orienta sulla seconda scelta. Effettivamente i vantaggi della tecnologia digitale sono tanti ed evidenti, però, le telecamere professionali analogiche hanno ancora dalla loro alcuni vantaggi da non sottovalutare.

UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA POCO COSTOSO

Il vantaggio principale è senza alcun dubbio il costo, un sistema analogico permette la creazione di una videosorveglianza senza spendere delle cifre troppo elevate. Le telecamere professionali pronte per l’utilizzo e dotate di illuminatore ad infrarossi e visione notturna sono disponibili a partire da prezzi intorno ai 100 €, parliamo delle telecamere che non catturano l’audio ma che sono perfette per un sistema di videosorveglianza senza troppe pretese e che oltretutto possono essere montate anche in esterno senza alcuna aggiunta protettiva; a questo aggiungiamo un video registratore comune con uscita monitor, alcuni ingressi video e naturalmente un hard disk interno.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Le telecamere analogiche professionali sono una tecnologia molto comune: sono estremamente semplici da montare e non richiedono assolutamente conoscenze particolari. Ogni telecamera di questo tipo fornisce immagini standard PAL ed è dotata di corone led di infrarossi per permettere la visione degli oggetti anche in assenza di luce; hanno solamente due uscite, una per il cavo video ed una per l’alimentazione e l’unica assenza nelle versioni più economiche è quella dell’audio.

I PRINCIPALI SVANTAGGI

Rispetto alle tecnologie digitali ci sono però, come già anticipato, degli svantaggi. La risoluzione innanzitutto è più bassa soprattutto per quel che riguarda i fermo immagine, una telecamera analogica presenta infatti nei fermo immagine il problema delle linee sovrapposte, inoltre dobbiamo sottolineare che l’installazione deve essere programmata per due cavi perché ogni telecamera deve essere autonomamente alimentata con collegamento alla linea elettrica e deve essere connessa tramite cavo coax al videoregistratore. Aggiungiamo inoltre la mancanza dell’audio (o comunque una sua qualità non elevata) e la mancanza di strumenti intelligenti per meglio elaborare le immagini; strumenti aggiuntivi come quello del riconoscimento delle targhe e quant’altro sono infatti solitamente forniti da appositi software che lavorano in rete con le telecamere di videosorveglianza IP.

QUALE TECNOLOGIA SCEGLIERE

A questo punto diamo qualche dritta, se il vostro intento è quello di una videosorveglianza base senza troppe pretese una entry level analogica è una scelta economicamente ottima; il passaggio alla tecnologia digitale può essere compiuto in caso di maggiori bisogni di sicurezza anche se dobbiamo sottolineare che l’evoluzione tecnologica corre parecchio e presto il digitale sarà sempre più accessibile anche per l’entry level.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>