Telecamere ad infrarossi

La necessità di sorvegliare la propria abitazione, il proprio ufficio oppure un negozio è ormai una questione primaria per molti di noi. In un periodo in cui la crisi e la disoccupazione imperante causano il dilagare della criminalità organizzata, i sistemi di videosorveglianza rappresentano uno degli strumenti prediletti per proteggere i propri immobili.

Grazie alle moderne tecnologie, inoltre, sistemi che un tempo erano molto complessi e soprattutto non alla portata di tutte le tasche, oggi possono essere installati autonomamente e spendendo cifre contenute grazie ai kit di videosorveglianza in vendita su internet o presso negozi specializzati.

Come rivela lo stesso nome, i sistemi di videosorveglianza si fondano su una o più telecamere installate in punti strategici dell’edificio messo sotto sorveglianza: queste telecamere possono essere di molte tipologie diverse (analogiche o digitali, motorizzare oppure no, eccetera), tuttavia è importante che svolgano la loro funzione in maniera egregia, perché la sicurezza dipende proprio dalla qualità delle immagini ottenute ed eventualmente registrate.

Immagini di bassa qualità, offuscate oppure troppo scure non consentono il riconoscimento di eventuali intrusi, né consentono di tenere ogni cosa sotto controllo; ciò è tanto più vero quando le condizioni della luce non sono ottimali, oppure, cosa che avviene spesso, quando le telecamere devono riprendere di notte, in ambienti interni non illuminati o in esterni rischiarati soltanto dalla luce flebile dei lampioni. È proprio in queste circostante che si rivelano utili le telecamere che utilizzano la tecnologia a infrarossi.

Le telecamere a infrarossi, infatti, sono in grado di registrare video ad alta definizione anche in totale assenza di luce. Cosa ancor più importante, le telecamere dotate di sensori a infrarossi, a differenza delle altre telecamere, non richiedono condizioni di illuminazione costante: al contrario, esse si adattano alla luminosità dell’ambiente, attivando autonomamente la funzione a infrarossi ogni volta che le circostanze lo richiedono. Ciò garantisce la sicurezza non solo di notte, ma anche, per esempio, in condizioni di black out imprevisto.

La tecnologia è ampiamente utilizzata poiché consente di catturare le frequenze di luce a infrarossi, invisibili all’occhio umano; le telecamere a infrarossi, dunque, si servano di questa luce per catturare immagini di alta qualità, rigorosamente in bianco e nero. Quando l’ambiente torna a illuminarsi, le telecamere disattivano in maniera automatica il filtro a infrarossi, tornano a registrare come normali telecamere.

Ampiamente utilizzate, queste telecamere si stanno imponendo sul mercato sostituendo progressivamente le altre: questo perché assicurano notevoli vantaggi, tra cui semplicità di gestione e un’autonomia che in pratica annullano ogni problema relativo alla scarsa illuminazione.

Le telecamere a infrarossi sono assolutamente necessarie quando si ha a che fare con riprese in esterno. Spesso, infatti, può essere necessario installare delle telecamere in giardini, cortili oppure per strada: in questo caso, evidentemente, è impossibile garantire un’illuminazione costante.

La tecnologia a infrarossi implementata alle telecamere Ip – dette anche telecamere di rete – rappresenta forse la scelta più adatta a chi desidera immagini di qualità a costi relativamente contenute: questo perché le immagini ottenute con telecamere Ip vengono istantaneamente digitalizzate, anche quelle in bianco e nero riprese grazie alla tecnologia a infrarossi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>